Fombio.com usa sia cookies propri, sia cookies di terze parti. Per navigare il sito è necessario acconsentirne l'utilizzo. [Acconsenti] [Approfondisci]
Brembio|Camairago|Casalpusterlengo|Caselle|Castelnuovo|Castiglione|Cavacurta|Codogno|Corno Giovine
Moda
Segnala Notizia
Contattaci
Note Legali
Privacy
Fombio|Guardamiglio|Livraga|Maccastorna|Maleo|Meleti|Orio|Ospedaletto|San Fiorano|San Rocco|Santo Stefano|Somaglia|Senna|Terranova
 HOMEPAGE > Il Cittadino > Maleo > ARTICOLO Archivio < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 >  
IL CASO - SOSPESO L’ACCORPAMENTO DI FUNZIONI, MA LA CONVENZIONE RESTA IN PIEDI
Comuni, gestione associata addio, vigili e uffici tecnici in autonomia
La decisione presa dai rappresentanti di Cavacurta, Maleo, Camairago, Cornovecchio e Fombio
Maleo - Gestione associata addio: scompaiono gli uffici unici di polizia locale, lavori pubblici ed edilizia-urbanistica tra i Comuni di Maleo, Cavacurta, Camairago, Cornovecchio e Fombio, che rappresentavano un primo passo verso l’accorpamento di funzioni. La decisione di fare marcia indietro è stata presa sabato mattina dai sindaci (nel caso di Cornovecchio era presente il vicesindaco Fabrizio Grossi anziché il primo cittadino Giuseppe Bragalini) nella conferenza tenutasi in sala consiliare a Maleo, comune capofila. E se è vero che la convenzione-quadro resta ancora in piedi e quelle attuative sono per ora solamente sospese, ci sono scarse probabilità che la gestione associata riprenda il suo cammino. L’intervento del padrone di casa, il sindaco Giuseppe Maggi, sabato ha lasciato pochi dubbi in merito alla posizione di Maleo stante la situazione: in pratica il disimpegno degli altri comuni nell’investire adeguate risorse perché gli uffici unici funzionassero a dovere, ha sbilanciato nettamente gli oneri a carico di Maleo e così era impossibile continuare. Non che i colleghi sindaci avessero intenzione di farlo, tanto che dopo essersi confrontati sui punti centrali ed aver preso in esame i possibili scenari futuri, l’esito è stato quello previsto: la conferenza ha votato per la sospensione della gestione associata di servizi e funzioni a decorrere dal primo febbraio. Quello che succederà poi è tutto da decidere. Intanto l’assemblea ha proceduto al rinnovo del presidente della conferenza dei sindaci, o meglio alla sua riconferma, dal momento che nessuno ha avuto dubbi nello scegliere il vicesindaco di Maleo Francesco Bergamaschi. Un’elezione in contumacia, essendo l’interessato assente per motivi di salute. Suo in il commento alla delibera: «L’esito era annunciato. Ringrazio i sindaci per la fiducia che mi hanno nuovamente accordato, anche in contumacia – dice -. Riguardo la Gao (gestione associata obbligatoria, ndr), mi spiace che sia andata così. Non per colpa nostra però, il pagliaccio in questa vicenda è il legislatore italiano che a fine 2015 si trova a rimandare nuovamente un obbligo previsto fin dal decreto 78/2010. Noi ci siamo sempre fatti parte diligente per rispettare i termini via via prorogati. L’anno scorso la proroga è intervenuta addirittura a termini scaduti, da un paio di mesi, per l’applicazione completa cui noi ci stavamo prontamente adeguando. Peccato perché la prospettiva delle Gao era di mettere insieme gli uffici rispettando le identità locali nella loro sovranità decisionale, cosa diversa da quanto previsto da fusioni e unioni». La direzione verso cui dovranno necessariamente muoversi i comuni, soprattutto i piccoli, rimasti orfani degli uffici unici.
Autore: LAURA GOZZINI Fonte: Il Cittadino, 11 Gennaio 2016
  • «Bruno sempre pronto al dialogo, non faticherà a dare del tu a Dio» (22.07.2017)
  • Travolto dal treno, è Bruno Bocca (18.07.2017)
  • Travolto dal treno, muore un 77enne (17.07.2017)
  • Il Tar dà il via libera al maxi appalto rifiuti (13.06.2017)
  • CINQUE RICHIEDENTI ASILO OSPITATE IN UN’ABITAZIONE ALLA CASCINA COLOMBINA (30.05.2017)
  • «Buttatevi a capofitto nella carità» (23.05.2017)
  • Esame alle linee elettriche con ispezioni in elicottero (16.05.2017)
  • Appalto rifiuti, la cordata della Bassa batte Sogir (30.03.2017)
  • Le culle restano vuote nei paesi, a rischio le scuole dell’infanzia (13.02.2017)
  • Profughi a quota mille, ecco dove sono (21.01.2017)
  • Richiedenti asilo in arrivo anche a Secugnago (05.11.2016)
  • SOTTO L’ERBA TAGLIATA CI SONO I RIFIUTI (28.09.2016)
  • Una maxi cordata di 14 Comuni per gestire l’appalto dei rifiuti (29.06.2016)
  • La Bassa ora guarda a Crema: «Milano non sia l’unica ipotesi» (11.06.2016)
  • Due agenti, cinque paesi: calo di multe nel 2015 (08.04.2016)
  • CANALE TOSI, LUNGO LE SPONDE SEGNI DI BIVACCHI E IMMONDIZIA (01.04.2016)
  • Ospedaletto, gli autovelox diventano realtà (27.02.2016)
  • Stop alle corse su Mantovana e strada 126 con 3 autovelox (13.02.2016)
  • Turismo, patto per dodici Comuni (06.02.2016)
  • Salta per aria la squadra dei Comuni della Bassa (07.01.2016)
  • Privacy | Note Legali | Contattaci 2017 © Fombio.com