Fombio.com usa sia cookies propri, sia cookies di terze parti. Per navigare il sito è necessario acconsentirne l'utilizzo. [Acconsenti] [Approfondisci]
Brembio|Camairago|Casalpusterlengo|Caselle|Castelnuovo|Castiglione|Cavacurta|Codogno|Corno Giovine
Moda
Segnala Notizia
Contattaci
Note Legali
Privacy
Fombio|Guardamiglio|Livraga|Maccastorna|Maleo|Meleti|Orio|Ospedaletto|San Fiorano|San Rocco|Santo Stefano|Somaglia|Senna|Terranova
 HOMEPAGE > Il Cittadino > Maleo > ARTICOLO Archivio < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 >  
FALLISCE LA GESTIONE ASSOCIATA
Salta per aria la squadra dei Comuni della Bassa
Al momento il progetto così come abbozzato ha creato più svantaggi che vantaggi, sabato la conferenza dei sindaci per la decisione finale
Maleo - La gestione associata tra Maleo, Cavacurta, Camairago, Cornovecchio e Fombio sull’orlo del precipizio. Le sorti della convenzione quadro tra i cinque Comuni della Bassa si decideranno ufficialmente sabato mattina nella conferenza dei sindaci convocata per le 9 in municipio a Maleo, ma stando ai “rumors” ci sono pochissime chance che gli uffici sino ad oggi associati, ovvero polizia locale, lavori pubblici ed edilizia/urbanistica, continuino ad essere condivisi. L’esperimento avviato nel 2015 non ha dato i frutti sperati, i continui rinvii da parte del Governo attraverso il primo mille proroghe del febbraio 2015 e con l’ultimo dello scorso dicembre, hanno lasciato le amministrazioni nell’incertezza, e stante la situazione poco chiara in pochi hanno ottemperato agli impegni presi. Col risultato che la gestione associata così come abbozzata ha creato più disagi che vantaggi, senza contare il lievitare dei costi. È dunque quasi certo che sabato mattina i cinque sindaci voteranno per sospendere gli uffici unici condivisi già avviati, rinunciando ad associare quelli che non lo sono ancora (servizi al cittadino, finanziario, tributi, sociale/scuola). Se volessero proseguire sulla strada intrapresa, i Comuni dovrebbero rinforzare gli uffici incrementando il personale di due unità. Nel corso dello scorso anno Maleo ha fatto fronte con il proprio personale alle esigenze degli uffici condivisi ma il carico di lavoro è cresciuto notevolmente e da parte degli altri Comuni non è arrivato quell’aiuto che era stato promesso: così gli uffici condivisi sono rimasti a metà servizio. Maleo potrebbe continuare a sobbarcarsi la maggior parte delle prestazioni di personale, in misura anche superiore a quanto dovuto, come del resto ha fatto finora, ma a questo punto scatta l’ultimatum: o gli altri arriveranno in soccorso o salterà il tavolo. A un incremento del personale corrisponderebbe naturalmente un aumento dei costi per le municipalità, ed è proprio questo che con ogni probabilità indurrà i sindaci a tirare il freno a mano. Anche una volta sciolti dalla gestione associata, però, non saranno tutte rose e fiori. È un dato di fatto, per esempio, che nell’ambito territoriale dei cinque Comuni la polizia locale è sotto organico e vi si dovrà porre rimedio. Appurato che la penta-famiglia non ha funzionato, non si escludono convenzioni a due tra Comuni che hanno interessi convergenti. L’ipotesi di un matrimonio tra Cavacurta e Camairago è una delle possibilità in campo. Quello tra Maleo e Cornovecchio invece è naufragato col referendum. In ogni caso sabato mattina sarà eletto il nuovo presidente della conferenza dei sindaci, che in base alla convenzione quadro dev’essere eletto annualmente.
Autore: LAURA GOZZINI Fonte: Il Cittadino, 07 Gennaio 2016
  • «Bruno sempre pronto al dialogo, non faticherà a dare del tu a Dio» (22.07.2017)
  • Travolto dal treno, è Bruno Bocca (18.07.2017)
  • Travolto dal treno, muore un 77enne (17.07.2017)
  • Il Tar dà il via libera al maxi appalto rifiuti (13.06.2017)
  • CINQUE RICHIEDENTI ASILO OSPITATE IN UN’ABITAZIONE ALLA CASCINA COLOMBINA (30.05.2017)
  • «Buttatevi a capofitto nella carità» (23.05.2017)
  • Esame alle linee elettriche con ispezioni in elicottero (16.05.2017)
  • Appalto rifiuti, la cordata della Bassa batte Sogir (30.03.2017)
  • Le culle restano vuote nei paesi, a rischio le scuole dell’infanzia (13.02.2017)
  • Profughi a quota mille, ecco dove sono (21.01.2017)
  • Richiedenti asilo in arrivo anche a Secugnago (05.11.2016)
  • SOTTO L’ERBA TAGLIATA CI SONO I RIFIUTI (28.09.2016)
  • Una maxi cordata di 14 Comuni per gestire l’appalto dei rifiuti (29.06.2016)
  • La Bassa ora guarda a Crema: «Milano non sia l’unica ipotesi» (11.06.2016)
  • Due agenti, cinque paesi: calo di multe nel 2015 (08.04.2016)
  • CANALE TOSI, LUNGO LE SPONDE SEGNI DI BIVACCHI E IMMONDIZIA (01.04.2016)
  • Ospedaletto, gli autovelox diventano realtà (27.02.2016)
  • Stop alle corse su Mantovana e strada 126 con 3 autovelox (13.02.2016)
  • Turismo, patto per dodici Comuni (06.02.2016)
  • Comuni, gestione associata addio, vigili e uffici tecnici in autonomia (11.01.2016)
  • Privacy | Note Legali | Contattaci 2017 © Fombio.com