Fombio.com usa sia cookies propri, sia cookies di terze parti. Per navigare il sito è necessario acconsentirne l'utilizzo. [Acconsenti] [Approfondisci]
Brembio|Camairago|Casalpusterlengo|Caselle|Castelnuovo|Castiglione|Cavacurta|Codogno|Corno Giovine
Moda
Segnala Notizia
Contattaci
Note Legali
Privacy
Fombio|Guardamiglio|Livraga|Maccastorna|Maleo|Meleti|Orio|Ospedaletto|San Fiorano|San Rocco|Santo Stefano|Somaglia|Senna|Terranova
 HOMEPAGE > Libertà > Codogno > ARTICOLO Archivio < 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 >  
Figura storica del mondo della scuola della città. Riqualificati lo stabile e il giardino
Da ieri è materna ''Nino Rapelli''
Scomparso 4 anni fa, fu “educatore capace e autorevole”
Codogno - E’ stata ufficialmente intitolata ieri mattina la scuola materna di via Vittorio Emanuele al compianto direttore didattico Nino Rapelli, scomparso quattro anni fa. Per oltre trent’anni responsabile delle scuole materne ed elementari della città, Rapelli è stato una figura storica del mondo della scuola, punto di riferimento professionale per tanti docenti. Ieri è arrivato il giusto riconoscimento e, alla cerimonia, oltre al sindaco Vincenzo Ceretti e alla giunta, erano presenti gli ex amministratori Emanuele Dossena e Mario Grazioli che vollero la dedicazione del plesso e diedero il via alla riqualificazione dello stabile.

Il cantiere, però, non è certo da annoverare come simbolo di un lavoro riuscito alla perfezione, tenuto conto che è costato almeno il quadruplo rispetto alla cifra stanziata inizialmente (il conto finale è di circa un milione di euro, escluso il giardino, mentre nel 2006 si parlava di 250 mila euro) ed è stata consegnata circa tre anni dopo il termine stabilito in un primo momento. Ieri però non è stato fatto alcun accenno alla questione, ma si è proceduto all’intitolazione del plesso, ormai occupato dai piccoli utenti dall’inizio dell’anno.

Il parroco Don Diego Furiosi ha benedetto la struttura e la moglie del compianto Rapelli ha scoperto la targa insieme al sindaco. «E’ stato un educatore capace ed autorevole - ha detto Ceretti -. Ha dispensato professionalità e sapienza in tempi di grandi cambiamenti per la scuola».

Successivamente è stato inaugurato il nuovo giardino retrostante per il cui lavoro sono stati spesi ulteriori centomila euro: è stata rifatta la pavimentazione, potate piante e messi a dimora arbusti, mentre in un secondo momento sarà allestito l’orto didattico. Per la pavimentazione dell’area a cortile sono stati abbinati due tipi di rivestimento differenti: il porfido, materiale presente nel giardino originario, è stato mantenuto per la resistenza al calpestìo, mentre la gomma drenante colata in granuli negli spazi ricreativi dei bambini e per il rivestimento dei gradoni esterni.

Manca ancora un’ala da ristrutturare, ma, nonostante sia inserito come uno dei progetti da realizzare, è ancora incerta la sua fattibilità in tempi stretti.
Autore: Matteo Spagnoli Fonte: Libertà, 22 Settembre 2012
  • Turismo, patto per dodici Comuni (06.02.2016)
  • La frutta dei poveri rivenduta in nero: lodigiano in manette (03.02.2016)
  • Guerra legale sulla aule espropriate (02.02.2016)
  • Va a finire con la 600 contro il palo della luce (01.02.2016)
  • I vigili sospendono il concerto: «Musica troppo alta nel locale» (29.01.2016)
  • Centrodestra in cerca di un nome da candidare (28.01.2016)
  • Speed check accesi su via Milano: piovono multe su chi corre troppo (27.01.2016)
  • Resta bloccata in ascensore: 70enne salvata dai pompieri (27.01.2016)
  • Truffatore entra in casa e deruba un’anziana (26.01.2016)
  • Travolto dalla macchina del figlio: Casale piange Angelo Milanesi (25.01.2016)
  • Nuovo treno devastato, aveva solo cinque giorni (25.01.2016)
  • Aumentano i donatori Avis (25.01.2016)
  • IN TRE CONTRO IL TRATTORE, UN FERITO E DISAGI SULLA STATALE (22.01.2016)
  • Allarme per un senzatetto, che rifiuta ogni soccorso (22.01.2016)
  • Un sostegno alle famiglie morose: 18mila euro per pagare gli affitti (21.01.2016)
  • La casa dell’acqua apre i rubinetti (21.01.2016)
  • Tragico frontale sulla provinciale: un 59enne di Maleo resta ucciso (20.01.2016)
  • In paese un via-vai di capannoni: in arrivo nuove aziende artigianali (20.01.2016)
  • Ricci Casa, 4 in mobilità «Noi non ci arrendiamo» (19.01.2016)
  • Strade groviera, buche e crepe nell’asfalto di tutta la Bassa (19.01.2016)
  • AL MOMENTO NON ESISTONO COMMENTI SU QUESTO ARTICOLO
    PUOI INSERIRE UN'OPINIONE COMPILANDO IL FORM
    Il Tuo Nome:
    La Tua Email (non sarà pubblicata):

    Privacy | Note Legali | Contattaci P.Iva 06485780966 - 2010 © Fombio.com è un sito di Alessandro Gaudenzi