Fombio.com usa sia cookies propri, sia cookies di terze parti. Per navigare il sito è necessario acconsentirne l'utilizzo. [Acconsenti] [Approfondisci]
Brembio|Camairago|Casalpusterlengo|Caselle|Castelnuovo|Castiglione|Cavacurta|Codogno|Corno Giovine
Moda
Segnala Notizia
Contattaci
Note Legali
Privacy
Fombio|Guardamiglio|Livraga|Maccastorna|Maleo|Meleti|Orio|Ospedaletto|San Fiorano|San Rocco|Santo Stefano|Somaglia|Senna|Terranova
 HOMEPAGE > Il Cittadino > Codogno > ARTICOLO Archivio < 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 >  
Domani apre il negozio di Alessandra Tomba, decoratrice di “cose vecchie”
La crisi non risparmia nessuno e l’architetto s’inventa artigiano
Codogno - La professione d’architetto soffre per la crisi che blocca il mercato dell’edilizia? Meglio allora reinventarsi artigiano e, alla laurea in architettura, affiancare anche la passione per il recupero di oggetti e mobilia vecchia, a cui ridare nuova vita tramite decorazioni e nuove idee di utilizzo. Sta tutta nell’attualità di una crisi economica sempre feroce la molla che ha portato Alessandra Tomba - nata a Casalmaiocco ma ormai codognese d’adozione per motivi d’affetto - a lanciare la sua sfida di creatività: “Nonsibuttavianiente” è il nome della bottega che questo architetto 31enne aprirà domani pomeriggio in via Roma, nei locali al civico 18 che furono sede della storica merceria Maiocchi. Già il nome della nuova attività la dice lunga sullo spirito che la caratterizza: un inno al recupero e al riciclo, il che non guasta in tempi come gli attuali dove i borsellini sono sempre più poveri. A “Nonsibuttavianiente” il risparmio fa proprio rima con utilità e la riprova sta già nella vetrina del negozio, dove un vecchio carrello della spesa è stato recuperato, decorato con scampoli di nastri e fettucce e trasformato in originalissimo contenitore per la legna. L’idea di una bottega per il recupero delle cose vecchie Alessandra la coltivava già da un po’. Paradosso vuole che sia stata proprio la crisi d’oggi a darle la spinta decisiva per questa nuova avventura. «Lavoro come architetto con contratto part-time tre giorni la settimana in un municipio del Comasco - spiega -. Il resto della settimana l’ho poi sempre dedicato ad incarichi nell’edilizia, consulenze, pratiche, sicurezza sui cantieri. La crisi ha però bloccato il mercato e il lavoro è decisamente calato. Mi sono così detta: “E’ il momento”. E mi sono reinventata artigiano». Per altro, la passione per il decoro e la creatività Alessandra ce l’ha da sempre, coltivata durante il liceo artistico. Buona poi la competenza anche per i fondamentali del restauro, tra trattamenti anti-tarlo e cere. «La mia non sarà però una bottega di restauro, bensì di cose vecchie - specifica -. Quelle a cui ognuno di noi è legato: “Nonsibuttavianiente” sarà a loro disposizione, qui cercherò di dare vita nuova a tutte le cose vecchie che non si usano più ma da cui non ci si vuole separare». Alessandra lavorerà al centro del negozio («somiglierà a un laboratorio visibile dalla vetrina»), nella sua bottega starà poi a fianco di quelle persone che i loro oggetti li vorranno decorare in prima persona. Di certo, il fermento attorno a questa nuova attività c’è già e la curiosità di tanti codognesi ne è stata riprova in questi giorni.
Autore: Lu. Lu. Fonte: Il Cittadino, 04 Maggio 2012
  • Un’altra ondata di profughi, il prefetto convoca tutti i sindaci (02.07.2016)
  • Assicurazioni, l’ex assessore patteggia diciotto mesi (01.07.2016)
  • Derubata fuori dalla stazione: già ai domiciliari uno dei ladri (01.07.2016)
  • LA NOTTE BIANCA - Tutti svegli per divertirsi fino all’alba (01.07.2016)
  • Strappano la collana a una donna, i due ladri fermati dai carabinieri (30.06.2016)
  • Disagi in vista alla piazzola ecologica (28.06.2016)
  • Fino a 45 gradi su un vagone: viaggi sauna per i pendolari (27.06.2016)
  • I CINQUANTINI RIPORTANO LA BASSA INDIETRO NEL TEMPO (27.06.2016)
  • Paura in Comune: «Se non mi aiutate, vi brucio gli uffici» (25.06.2016)
  • Sale a dieci il numero di rifugiate in via Padullo (25.06.2016)
  • Sei rifugiate dall’Africa arrivate in via Padullo (24.06.2016)
  • Codogno lascia il Consorzio, un consiglio caldo sull’addio (24.06.2016)
  • Sociale, Codogno lascia il Consorzio (23.06.2016)
  • Nuovo blitz alla Goicar per la cassa (23.06.2016)
  • Cinquantini alla ribalta: va in scena il raduno (22.06.2016)
  • Passerini schiera la sua squadra: «Una nuova giunta al femminile» (21.06.2016)
  • Ancora strage di gatti: trovati strangolati con un filo di ferro (21.06.2016)
  • NELLO SCHIANTO FERITA UNA DONNA INCINTA (20.06.2016)
  • Passerini è pronto per svelare la sua giunta (18.06.2016)
  • LUNEDÌ L’AUTOPSIA SULLA DONNA MORTA DOPO LO SCHIANTO (18.06.2016)
  • paola palmigiani 5.10.2013 12:51
    ti ammiro molto per questa tua arte,vorrei essere vicina alla tua bottega per poterti vedere da vicino, purtroppo abito troppo lontano. ti faccio i complimenti per le foto dei tuoi lavori che ho visto sul sito, sei bravissima complimenti, Paola
    PUOI INSERIRE UN'OPINIONE COMPILANDO IL FORM
    Il Tuo Nome:
    La Tua Email (non sarà pubblicata):

    Privacy | Note Legali | Contattaci P.Iva 06485780966 - 2010 © Fombio.com è un sito di Alessandro Gaudenzi