Fombio.com usa sia cookies propri, sia cookies di terze parti. Per navigare il sito è necessario acconsentirne l'utilizzo. [Acconsenti] [Approfondisci]
Brembio|Camairago|Casalpusterlengo|Caselle|Castelnuovo|Castiglione|Cavacurta|Codogno|Corno Giovine
Moda
Segnala Notizia
Contattaci
Note Legali
Privacy
Fombio|Guardamiglio|Livraga|Maccastorna|Maleo|Meleti|Orio|Ospedaletto|San Fiorano|San Rocco|Santo Stefano|Somaglia|Senna|Terranova
 HOMEPAGE > Il Cittadino > Casalpusterlengo > ARTICOLO Archivio < 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 >  
La denuncia dell'ex consigliere Buttarelli: «Al suo posto verrà costruito un supermercato»
Abbattuta la casa razionalista
Era l’unico esempio di quella corrente architettonica presente a Casale
Casalpusterlengo - È “scomparso”, abbattuto per fare posto a un nuovo super­mercato, un pregevole esempio unico di architettura razionalisti­ca a Casalpusterlengo: non esiste più una casa padronale nel cuore della città, all’angolo tra la ex stra­ da statale Mantovana e viale Cap­puccini sull’area della storica azienda casearia Nicò.

Il grido d’allarme arriva da Ottorino Buttarelli, ex assessore comu­nale di Casale e attualmente diri­gente scolastico dell’Itas Tosi di Codogno, nonché apprezzato arti­sta che ha esposto le sue sculture in una mostra nella torre Pusterla, simbolo della città.

«Recentemente ­ spiega Ottorino Buttarelli ­ ho visto un servizio televisivo in cui veniva apprezzato il recupero di edifici di aziende sto­riche di Biella. A Casale invece pa­re proprio che si stia andando in controtendenza. La città sembra essere senza radici, dove gli anti­chi, spesso storici e pregevoli esempi architettonici, vengono ab­battuti per lasciare il posto a nuo­ve edificazioni, commerciali o residenziali, non sempre di piacevo­le estetica e gusto. È il caso, per esempio, della casa padronale del­l’ex area Nicò».

L’architetto e ricercatore storico Giacomo Bassi evidenzia: «Con il termine razionalismo italiano si intendono tutte quelle correnti ar­chitettoniche che partendo dal Fu­turismo si sono sviluppate in Ita­lia negli anni Venti e Trenta del XX Secolo in collegamento con Il Movimento moderno internazio­nale. La struttura casalese era un bell’esempio, unico in città, di ar­chitettura razionalistica. A Como, Milano, Brescia e Cremona proget­tisti come Terragni, Cattaneo e Piacentini hanno lasciato impor­tanti e differenti testimonianze del nuovo modo di concepire le città, gli edifici e la modernità negli an­ni Trenta del Novecento. Strutture preservate e conservate a differen­za di quanto è accaduto a Casale».

Una perdita architettonica, un sacrificio che è passato nel silenzio e nell’indifferenza comune, come sottolinea Buttarelli: «Nessuno aveva notato anche l’abbattimento di pregevoli cascine e case padronali co­me quella della Du­catona o Cascina Bella di Zorlesco. A Casale è così sparita la storica ditta di giocattoli Ferrari e in un vicino cortile sta scomparendo l’antico e importan­te convento di San Zeno, è caduta l’ala storica dell’ospeda­le, sono spariti nel tempo pezzi del cen­tro storico. Casale sembra una città che non pensa alle proprie radici».

Da questa tendenza all’abbattimento “selvaggio” non si sono salvati neppu­re i portici perime­trali di piazza del Popolo, in parte elimi­nati negli anni Sessanta per far porto a realizzazioni resi­denziali. Fortunatamente, sempre in quel periodo, il consiglio comu­nale non diede parere favorevole a un progetto presentato che preve­deva l’eliminazione della torre Pu­sterla, per facilitare il collegamen­to fra le due piazze centrali: quella del Popolo e quella della Repubbli­ca.
Autore: Francesco Dionigi Fonte: Il Cittadino, 17 Marzo 2011
  • Fanghi, dai Comuni solo l’intenzione (24.07.2017)
  • «Bruno sempre pronto al dialogo, non faticherà a dare del tu a Dio» (22.07.2017)
  • Accordo per rilanciare il Peep 4, il quartiere avrà le opere attese (22.07.2017)
  • Un futuro residenziale per il parco dell’ospedale (21.07.2017)
  • Via al bando da 4 milioni per la discarica di Coste Fornaci (20.07.2017)
  • NON SI PLACANO LE POLEMICHE SULLA NUOVA RSA (19.07.2017)
  • I SOLITI IGNOTI IN VIA FLEMING VISITANO UN’ABITAZIONE, RUBATI ORO E PREZIOSI (19.07.2017)
  • Area gioco e impianto polivalente, la Casa del giovane ora si allarga (18.07.2017)
  • Il marchio Polenghi sulle maglie del Piacenza (15.07.2017)
  • Scoppia la guerra sulle case riposo (15.07.2017)
  • Il M5S accende la miccia sulle aree commerciali (14.07.2017)
  • Via libera del consiglio comunale, ripartono i lavori all’ex Peveralli (13.07.2017)
  • «Si tuteli la facciata dell’ex casa di riposo» (13.07.2017)
  • Siringhe abbandonate, è allarme alla stazione (12.07.2017)
  • UN 62ENNE DI LODI VIENE TRAVOLTO SULLA VECCHIA VIA EMILIA (12.07.2017)
  • Anche il Cesaris va in vacanza, ecco i voti delle ultime due classi (11.07.2017)
  • Entro fine 2017 la nuova casa di riposo (11.07.2017)
  • Codognese arrestato per stalking (10.07.2017)
  • Oggi dalle 19 spettacoli e shopping (08.07.2017)
  • «Zorlesco tornerà ad avere il supermercato» (08.07.2017)
  • AL MOMENTO NON ESISTONO COMMENTI SU QUESTO ARTICOLO
    PUOI INSERIRE UN'OPINIONE COMPILANDO IL FORM
    Il Tuo Nome:
    La Tua Email (non sarà pubblicata):

    Privacy | Note Legali | Contattaci 2017 © Fombio.com