Fombio.com usa sia cookies propri, sia cookies di terze parti. Per navigare il sito è necessario acconsentirne l'utilizzo. [Acconsenti] [Approfondisci]
Brembio|Camairago|Casalpusterlengo|Caselle|Castelnuovo|Castiglione|Cavacurta|Codogno|Corno Giovine
Moda
Segnala Notizia
Contattaci
Note Legali
Privacy
Fombio|Guardamiglio|Livraga|Maccastorna|Maleo|Meleti|Orio|Ospedaletto|San Fiorano|San Rocco|Santo Stefano|Somaglia|Senna|Terranova
 HOMEPAGE > Il Cittadino > Brembio > ARTICOLO Archivio < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 >  
IL PIANO - SOZZI: «ADERIAMO ALLO SPRAR»
Troppi migranti Brembio studia il dimezzamento
Brembio - Profughi: a Brembio il vicesindaco Giuseppe Sozzi propone l’adesione allo Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Obiettivo? Ridurre il numero degli stranieri ospitati, riportando l’accoglienza a livelli gestibili.

Per Sozzi, il tempo dell’emergenza è finito. «Credo sia necessario attivarsi per un’ordinanza che richiami aduna ospitalità possibile in uno stabile che non è in grado di accogliere 70 persone come avviene attualmente, ma al massimo 36 – spiega Sozzi, rappresentante dell’Associazione nazionale comuni italiani, delegato provinciale al tavolo politico lombardo per il monitoraggio degli Sprar– , ritengo inoltre sia necessario creare a Brembio le condizioni per istituire un progetto Sprar con i richiedenti asilo che già ci sono, andando ad esaurire il contratto relativo all’attuale centro di accoglienza». Per Sozzi l’operazione è possibile nell’ambito del mutato contesto normativo anche in seguito alle interlocuzioni di Anci con il ministro dell’Interno Marco Minniti. «Aderire allo Sprar permette ai Comuni di ospitare un numerodi richiedenti proporzionale alla propria comunità», precisa Sozzi. Il rapporto definito fra ministero e Anci è di 3 profughi ogni 1000 abitanti. Per discutere della situazione, sabato a Brembio è stata convocata una capigruppo allargata.«L’adesione allo Sprar però è un tema che interpella tutto il territorio lodigiano, dove ci sono diversi Comuni che ospitano richiedenti asilo in un numero spropositato rispetto alle loro capacità e comuni che ancora non ospitano nessuno – affonda -, i progetti legati allo Sprar possono essere invece una soluzione per quei paesi che ancora non ospitano richiedenti asilo per evitare di vedersi arrivare tramite altre soluzioni (in genere iniziative private) un numero elevato di profughi mentre per quei Comuni che già ospitano, come Brembio, possono permettere di alleggerire il numero di persone ospitate, ridistribuendole sullo stesso territorio, dunque senza che arrivino altri richiedenti asilo da fuori». Non è un mistero infatti che a Brembio l’elevato numero di richiedenti asilo in paese abbia creato più di un disagio: dalle liti, al diffondersi di atteggiamenti “disinibiti” anche nei parchi pubblici. «Un numero limitato di persone è anche più semplice da gestire e da integrare», affonda Sozzi.

Soltanto nella Bassa, fra i Comuni che ospitano un numero consistente di richiedenti (rispetto alla popolazione) spiccano Ospedaletto (circa 40), Meleti (una trentina). A Terranova, il Comune ha ottenuto mesi fa lo sgombero dei 25 richiedenti asilo per mancanza dei requisiti di abitabilità dello stabile privato di via San Giacomo in cui erano ospitati. Anche a Secugnago il mese scorso, il sindaco ha fatto sgomberare il “centro di accoglienza” di via Popoli Uniti per mancanza degli stessi requisiti.
Autore: SARA GAMBARINI Fonte: Il Cittadino, 19 Maggio 2017
  • «Migranti ormai fuori controllo, siamo arrivati a ospitarne oltre ottanta» (14.07.2017)
  • UN 62ENNE DI LODI VIENE TRAVOLTO SULLA VECCHIA VIA EMILIA (12.07.2017)
  • NELL’AREA LEVER NASCE LA PRIMA OASI FELINA DEL LODIGIANO (07.07.2017)
  • Allofish acquisisce il sito Allogel: a Brembio salvi 20 posti di lavoro (01.07.2017)
  • PARCO DEL BREMBIOLO, LA GESTIONE RESTA AUTONOMA (21.06.2017)
  • Le lumache invece dell’ufficio, la scommessa di Laura e Claudia (16.06.2017)
  • Pisu sostituisce Tonani: un tavolo per il tesoretto profughi (12.06.2017)
  • Autista forza il blocco davanti alla logistica, la tensione va alle stelle (09.06.2017)
  • CINQUE RICHIEDENTI ASILO OSPITATE IN UN’ABITAZIONE ALLA CASCINA COLOMBINA (30.05.2017)
  • Fumata bianca all’Xpo, 16 dipendenti trasferiti e nessun licenziamento (20.05.2017)
  • Logistiche, esuberi e diritti negati: nel Lodigiano bomba innescata (17.05.2017)
  • STRADA DEI TRATTORI, FRENATA PER LA PIOGGIA (03.05.2017)
  • LA LOGISTICA XPO LASCIA BREMBIO, LA CONFERMA IERI IN PREFETTURA (29.04.2017)
  • Una giornata di tregua alla logistica (21.04.2017)
  • Logistica chiude, 85 posti in bilico (20.04.2017)
  • Brembio è tutto un cantiere, via ai lavori al Monasterolo (15.04.2017)
  • CASELLE PUNTA ALLO SPRAR, POLEMICHE A CASTELNUOVO (04.04.2017)
  • Al via il cantiere per la bretella dei trattori (28.03.2017)
  • Poste, parte la ribellione dei sindaci (13.03.2017)
  • La raspadüra dopo la corsa: così lo sport sposa il...grana (27.02.2017)
  • AL MOMENTO NON ESISTONO COMMENTI SU QUESTO ARTICOLO
    PUOI INSERIRE UN'OPINIONE COMPILANDO IL FORM
    Il Tuo Nome:
    La Tua Email (non sarà pubblicata):

    Privacy | Note Legali | Contattaci 2017 © Fombio.com